..::Menù::..

  home | L:C | E:G | R:S | Co.Ca. | Forum| Download | Foto | Webmail
home
branca l/c
branca e/g
    Promessa/Legge
    Sq. Aquile
    Sq. Cobra

    Sq. Falchi

    Sq. Leoni

    Sq. Tigri
    Sq. Volpi
    Specialità
    Brevetti
    Specialità di Sq.
    Incarichi di Sq.
branca r/s
comunità capi
forum
download
foto
webmail

Google

L'elenco che segue riguarda gli ambiti in cui possono cimentarsi tutte le Squadriglie. Per avere assegnato il "guidoncino verde" occorre realizzare nel corso dell'anno Scout due Imprese ed una Missione, concordata col Capo Reparto, consegnare una relazione per ogni attività svolta ed il gioco è fatto! Infatti i Capi Reparto consegneranno tutto il materiale, corredato da qualche fotografia, agi Incaricati Regionali i quali provvederanno a premiare la Squadriglia mediante una cerimonia a cui partecipano tutte le Sq. della Campania! La Specialità di Sq. vale un anno e può essere confermata dalla stessa Sq. l'anno seguente se realizza una impresa o una missione nello stesso ambito!

Lo scopo della relazione è di rendere partecipi delle nostre imprese anche le persone che non le hanno vissute. È importante raccogliere il materiale per la relazione fin dall'inizio dell'impresa e man mano che si procede, registrando una cronaca aggiornata del lavoro svolto e delle riunioni, documentando con un materiale audiovisivo (foto, diapositive, disegni, progetti, schizzi, filmati, registrazioni ecc.) È anche importante decidere subito la modalità di presentazione della relazione tenendo conto delle persone a cui andrà rivolta e degli scopi che vorrete perseguire (sensibilizzare su un problema, conquistare la specialità di squadriglia, ecc.) 

Ecco alcune osservazioni che potrebbero aiutarvi:

Come? La relazione è un rapporto chiaro e preciso delle varie fasi dell'impresa realizzata e dell'intero percorso di conquista della specialità (nel caso di rlazione da inviare agli Incaricati regionali per la conquista del guidoncino verde).
Quando? La relazione va realizzata in parte parallelamente all'impresa, per evitare di dimenticare qualcosa, e alla fine quando si sintetizzerà e ordinerà tutto il materiale raccolto.
Perchè? La relazione si fa per comunicare a tutti ciò che abbiamo realizzato, per permettere agli altri di prendere spunto dalle nostre esperienze, per lasciare un segno o un ricordo.
Da chi viene fatta? La relazione è una parte dell'impresa e quindi va realizzata da tutti coloro che hanno partecipato all'impresa stessa. Il lavoro viene coordinato dal cronista di squadriglia
Materiale occorrente Dipende dal tipo di relazione: foto, diapositive, disegni, filmati, registrazioni...
A chi è rivolta? Ai genitori, al reparto, al gruppo, alla parrocchia, ad "Avventura" o agli Incaricati regionali...

 

Per questa specialità occorre curare la propria condizione fisica, conoscere la montagna, sapersi orientare, conoscere gli equipaggiamenti, le norme di comportamento e di sicurezza.
Alcune idee:
Ripristinare vecchi sentieri e rifugi o aree di sosta;
Esplorare una zona di montagna (flora, fauna, geomorfologia, rilievi topografici?);
Seguire un corso di tecniche di montagna;
Realizzare un manuale per escursionisti: equipaggiamento, attenzioni, pronto soccorso?

Se siete di quelli che conoscono le mani e il tatto questa specialità fa per voi.
Dovete conoscere materiali e tecniche, potreste imparare da qualche artigiano del vostro quartiere o del vostro paese (calzolai, artigiani del pellame e della pelletteria, fabbri, falegnami).
Ricordatevi comunque che artigianato e abilità manuale non significa sempre e solo autofinanziamento.
Alcune idee:
Attrezzare un laboratorio di lavoro del cuoio (o della carta, del legno) e proporre al reparto o agli altri ragazzi della parrocchia dei corsi di manualità;
Costruitevi l'angolo di squadriglia e l'attrezzatura personale per ogni squadrigliere;
Dovete avere nozioni di idraulica, elettricità, meccanica; 
Fate un'indagine sui mestieri artigiani della propria città;
Costruirsi un cassone di squadriglia (magari andando a imparare da un falegname);
Realizzare delle magliette da campo di squadriglia;
Simboli di squadriglia da usare al campo per la tenda, l'angolo. 

È per tutte le squadriglie che non possono fare a meno delle comodità? anche al campo estivo!!!
Alcune idee:
Saper disporre il campo di reparto (angoli di squadriglia, lavelli, cambusa, area fuoco?);
Realizzare una grande impresa di pionieristica (alzabandiera, portale?)
Realizzare un explò riuscendo a raccogliere tutti i dati di un determinato ambiente (dati naturalistici, flora, fauna, presenza umana, folklore?);
Una costruzione di squadriglia per il campo smontabile;
Raccogliere in un volume progetti di costruzioni con notazioni sul loro uso e modellini;
Costruzione di un ponte.

Civitas è una parola latina che si traduce con "cittadinanza". ed ecco allora che il significato della specialità Civitas comincia a chiarirsi: essa racchiude tutto quello che ha a che fare con il sentirsi parte di una città, con l'essere un cittadino. Che cosa fa di me un cittadino? Quali sono i miei diritti e doveri? Dove sono scritti? Conosco la città, il quartiere, il paese in cui vivo? qual è la sua storia, la sua tradizione? Quali i problemi? Domande per appassionati di politica, società, storia, tradizioni popolari, filosofia; domande che possono aiutare a delineare un percorso di squadriglia alla scoperta del territorio in cui viviamo, di chi lo abita e delle istituzioni che lo governano.
Qualche idea per imprese:
vi presento la mia città, il mio quartiere: audiovisivo, mostra fotografica, filmino o depliant informativo;
recupero delle tradizioni popolari: mostra di giocattoli dei nonni, utensili antichi, foto d'epoca, abiti della soffitta; feste e piatti di una volta, concorso o raccolta di racconti e poesie in dialetto;
scoperta delle origini: disegnare i nostri alberi genealogici, raccogliere le storie di vita dei nostri familiari, contattare i parenti all'estero;
conoscere il posto in cui viviamo: mappa della zona con indicazioni dei luoghi di interesse turistico, sociale...
rivisitazione del passato: ricostruzione a mo' di gioco di un fatto storico che ha interessato il nostro territorio;
Preparare un percorso vita stabile;
Rilevazione delle piste ciclabili e proposte di dove poterne realizzare altre (nel proprio paese o quartiere);
Realizzare una serie di schede con i posti dove accolgono scout con indicazione di cosa offrono.


È necessaria una grande autonomia unita ad un gran numero di competenze: capacità di orientarsi, conoscenze topografiche, naturalistiche, capacità di intervenire in situazioni di emergenza, abilità manuale, pionieristica, capacità di osservazione?
Alcune idee: 
Esplorare una zona sconosciuta: flora, fauna, rilievi topografici, presenza dell'uomo, tradizioni, possibilità di pernottamento, aree sosta, servizi utili
Affrontate un raid di più giorni particolarmente impegnativo;
Realizzate un opuscolo informativo su di una zona esplorata;
Ricognizione lungo i canali minori con osservazione della fauna;
Percorso in canoa lungo un canale (documentato);
Ricerca di grotte o gallerie vicine e documentazione.

È per quelle squadriglie che amano andare in scena. Le tecniche per farlo sono tante ma il denominatore comune è unico: comunicare quello che abbiamo dentro. Come scegliere l'idea giusta per farlo? Cominciamo ponendoci qualche domanda. Qual è il genere di spettacolo che ci piace fare, vedere o imparare? Quale tecnica espressiva è la nostra specialità? Quale tecnica ci piacerebbe sperimentare? Quale storia da raccontare? Ambientata in quale epoca? ?
Ecco qualche idea per imprese: 

Spettacolo tratto da un soggetto originale e non (cioè scritto da voi o da altri);
Spettacolo tipo commedia dell?arte (cioè quello di Arlecchino e Colombina);
Spettacolo tipo tragedia greca (cioè quello inscenato negli antichi teatri greci;
Spettacolo in dialetto;
Spettacoli di strada (giocoleria?);
Spettacolo di burattini o pupi;
Spettacolo canoro (per es.: concerto di musica scout o anni 60);

Murales;
Realizzazione di un film;
Incisione di un cd/musicassetta. 

Una squadriglia che si interessa di giornalismo ha un occhio particolarmente attento alla realtà che la circonda ed è desiderosa di riferire agli altri quanto osservato. Occorre combinare le nostre passioni o già sperimentare specialità, da redattore a fotografo  a informatico, disegnatore.
Il risultato potrebbe essere: 
Giornalino della squadriglia o del reparto;
Sito internet della squadriglia o del reparto;
Inchieste;
Fotoreportage;
Documentari;
Inchieste/interviste su un Parco Naturale vicino;
Inchieste/interviste su scavi e restauri del proprio territorio;
Inchieste/interviste sulle piste ciclabili;
Giornale murale in sede;
Un giornalino per un avvenimento particolare del paese;
Recupero delle imprese fatte negli anni dal reparto e dalla squadriglia;
Il libro d?oro: alla ricerca dei protagonisti.
Qualunque sia il tipo d'impresa prescelta, chiedetevi sempre a chi volete rivolgervi e perché. Per esempio, è diverso realizzare un giornalino di reparto da uno di classe, perché sono diversi gli argomenti da trattare, il taglio delle notizie da dare? Per le tecniche giornalistiche da conoscere, potete partire dal Vademecum per i collaboratori di Avventura? mentre per le tecniche foto o cinematografiche, fate un salto in biblioteca o, meglio, consultate degli esperti.


Non basterà conoscere sterilmente culture e popolazioni straniere, ma è anche necessario svolgere attività di intercultura sia a distanza (radio, internet, corrispondenza e scambio di materiali per posta, normale ed elettronica), sia a contatto diretto (associazioni di stranieri, comunità di altre religioni, incontri privati con personaggi o ragazzi non italiani residenti nella vostra zona). Potete realizzare progetti comuni con persone appartenenti ad altre culture, non solo con l'obiettivo della conoscenza reciproca, ma anche con il fine concreto di realizzare un progetto che contenga qualcosa di tutte le culture che vi hanno  partecipato, e siano dimostrazione dell'interazione fra di esse.
Non concentratevi sull'esotismo, documentatevi, ma non preoccupatevi troppo di conoscere popoli e culture diverse dalla nostra sui libri o su documenti morti, interagite con lo straniero!!! Abbiamo il mondo a due passi da casa, oggi in Italia, chiedete ai rappresentanti di ciascuna cultura di narrarvela, di raccontarvi la sua esperienza personale, avrete a che fare con una storia viva, che potrete confrontare con quanto avrete ricavato dai testi o sviluppare con contatti diretti con il paese d'origine dell'immigrato.
Alcune idee: 
Realizzare un?uscita in una zona d?Italia in cui siano presenti minoranze etniche (lo sapevate che esistono in Italia associazioni scout rappresentanti di alcune minoranze?);
Organizzate lo Yota/Yoti per il proprio gruppo;
Censite gli stranieri presenti nel proprio ambiente, conoscete le loro associazioni e organizzate attività comuni (mostre, cineforum...)


Specialità molto bella ma anche molto difficile. Occorre pazienza e costanza per studiare i fenomeni atmosferici e grande cura del materiale
Allestire una capannina di osservazione meteorologica (autocostruendola) con gli strumenti più importanti (igrometro, psicrometro, pluviometro, anemometro, barometro);
Curare le previsioni del tempo al campo estivo;
Realizzate un sussidio di meteorologia spicciola per le altre squadriglie.

Le possibilità che offre questa specialità sono infinite: dallo studio dei boschi, alle aree verdi della città, agli allevamenti della campagna
Alcune idee: 
Realizzare un?uscita di osservazione natura con tecniche trappeur;
Realizzare un erbario o ternario;
Realizzare corsi di educazione ambientale;
Costruire un capanno di osservazione;
Seguire la fioritura di una pianta o di un pezzo di bosco con foto, disegni, note...
Censimento botanico di un'area;
inserire, in una carta topografica, la vegetazione prevalente;
Osservazione degli uccelli nelle zone umide;
Realizzare un "cortecciario", ossia calco delle cortecce, e magari colorarlo.

Per prima cosa precisiamo che per conquistare questa specialità non è necessario far parte di un reparto nautico ma è necessario, visto che avremo a che fare con un elemento, l'acqua, che può essere insidioso, prepararsi bene, curare la sicurezza e imparare tutti a nuotare e le principali tecniche di salvamento.
Esplorare un ambiente acquatico (costa, mare, fiume, lago), studiare e catalogare flora e fauna, raccogliere e analizzare campioni?
Costruire una zattera con cui compiere un breve percorso;
Costruire un kayak o una canoa;
Realizzare un?uscita di squadriglia dedicata alla pesca (dall’acqua alla padella), attenzione alle autorizzazioni!

È per le squadriglie che desiderano essere sempre in forma, non è necessario essere tutti dei grandi atleti ma occorre avere voglia di allenarsi quotidianamente per migliorare giorno dopo giorno i propri risultati sportivi.
Organizzare un?uscita di squadriglia in bicicletta;
Organizzare un torneo o altra manifestazione sportiva per il reparto o i ragazzi del quartiere (gimcana, gare di atletica);
Seguire una dieta e un allenamento di squadriglia;
Realizzare un opuscolo con i principali consigli per chi vuole mantenersi in forma (attività fisica, igiene, dieta?);
Costruire e gestire al campo un percorso hebert o avventura.


Bisogna essere sempre pronti ad intervenire in maniera efficace in ogni situazione di emergenza.
Organizzare un grande gioco simulazione di emergenza;
Dovete sapere realizzare un buon impianto elettrico o idrico;
Dovete essere in grado di curare la logistica di una tendopoli (montaggio tende ministeriali, disposizione, vie di fuga,montaggio strutture luce, acqua);
Dovete conoscere le principali tecniche di pronto soccorso, realizzare un manuale o un corso per le altre squadriglie;
Dovete organizzare un corso di prevenzione sugli incendi domestici (magari per il branco/ cerchio del proprio gruppo).

Per lavorare su questa specialità è assolutamente necessario farsi affiancare da un esperto (rivolgetevi alla sezione CAI più vicina). È necessario conoscere le principali tecniche alpinistiche e l'attrezzatura specifica per la discesa in grotta.
Alcune idee:
Visitate ed esplorate una grotta accompagnati da esperti (servizio fotografico, flora, fauna, tracciato, geomorfologia);
Realizzate una guida delle grotte della propria regione con indirizzi delle guide e delle associazioni di escursionismo-alpinismo;
Esercitatevi in tutte le tecniche di speleologia, compreso il recupero di feriti in grotta.

 

AGESCI Gruppo Scout Giugliano 2 - Parrocchia San Nicola - Giugliano in Campania (Na) webmaster@giugliano2.it

 ..:: Sito ottimizzato per I.E. 4.0+ | Risoluzione consigliata: 1024x768  px::...::fai di giugliano2.it la tua homepage::..